David Colgan bissa il successo alla sesta edizione del Terre di Siena Ultramarathon

DIstrazione

David Colgan bissa il successo alla sesta edizione del Terre di Siena Ultramarathon

E’ stata una grande domenica di agonismo e di partecipazione di pubblico quella vissuta oggi a Siena grazie alla sesta edizione dell’ultramaratona. Si preannunciava una grande sfida sul percorso di 50 km tra il vincitore della scorsa edizione, David Colgan e Andrea Zambelli, vincitore dell’ultimo Passatore. Ad avere la meglio è stato infine il forte triatleta bolognese, salito sul gradino più alto del podio con un tempo record di 3h 17’ e 40”. Lo hanno seguito Andrea Zambelli della Polisportiva Scandianese in 3h 20’ 33” ed Enrico Rivi dell’Amorotto Asd in 3h 28’ 27”.

“Ho dovuto attaccare fin dall’inizio” – ha dichiarato il vincitore all’arrivo – “ma è stata dura mantenere questo ritmo anche per via del vento contrario. Mi sono goduto di più il paesaggio rispetto al 2018, quando abbiamo corso in mezzo alla tempesta di nevischio. Ero in formissima, meglio di così non poteva andare”.

La gara era partita alle 9 del mattino vedendo confluire dietro la linea dello start circa 1400 atleti distribuiti lungo i tre percorsi di 50, 32 e 18 km, partiti rispettivamente da San Gimignano, Colle val d’Elsa e Monteriggioni. Il lungo serpentone di podisti si è quindi diretto, dopo un impegnativo sali-scendi attraverso la via Francigena, verso Piazza del Campo, dove li attendeva un festante pubblico, poco impensierito dal freddo vento che soffiava fin dalle prime ore del mattino.

Federica Moroni del Golden Club Rimini International è stata la prima assoluta della distanza più lunga con un tempo finale di 3h 40’ 38”, seguita da Fabiola Giudici dell’Athletica Club Apicilia in 4h 19’ 07” e da Paola Adelaide Leardi in 4h 33’ 24”.

Grande la soddisfazione di Simone Pacciani, presidente del comitato Uisp di Siena: “I numeri di quest’edizione ci ripagano dell’impegno profuso durante tutto l’anno nell’organizzare la gara, tanto più che arrivano sempre più atleti da fuori regione. Un ringraziamento va a tutti i collaboratori della Uisp di Siena che sono ormai capaci di affrontare ogni emergenza, dalla neve al vento, e tutti i volontari, la Protezione Civile e l’assistenza sanitaria che ci hanno supportato nell’organizzazione della gara”.

Significativo il successo registrato, alla vigilia della gara, anche dalle visite guidate organizzate grazie a una collaborazione tra il comitato Uisp locale e l’Università di Siena: sono stati circa 400 i partecipanti ad avere libero accesso ai luoghi storici della prestigiosa università, al complesso didattico di San Niccolò, all’ex villaggio manicomiale, e al museo dell’Accademia dei Fisiocritici. Domenica mattina, un altro centinaio di persone ha invece preso parte alla non competitiva di 7 km attraverso il centro storico della città del Palio, accentuando ancora di più la valenza turistica della manifestazione. Grazie all’accordo con l’Ateneo senese circa 300 atleti partecipanti alla competitiva di 50 km sono stati inoltre sottoposti a elettrocardiogramma prima e dopo la gara nell’ambito di progetto di ricerca promosso dal gruppo di ricerca di Cardiologia dello Sport dell’Università senese, coordinato dal professor Flavio D’Ascenzi, finalizzato a testarne le reazioni cardiache.

FSDX9009

Continua a leggere

Con Phototoday le foto della tua gara subito sul tuo smartphone

DIstrazione

Con Phototoday le foto della tua gara subito sul tuo smartphone

Con il servizio Pica, tutti i partecipanti potranno ricevere le proprie foto direttamente su smartphone, subito dopo la gara e nel pieno rispetto della privacy.

Le foto saranno disponibili durante e nell’immediato dopogara, una volta fatto l’accesso all’app (o al sito getpica.com) e aver inserito il codice riportato sul pettorale, si potranno vedere e si potranno acquistare .

Le foto acquistate saranno inizialmente in risoluzione più bassa per avere la possibilità di condividerle subito online con i propri amici e parenti (comunque in una risoluzione buona e ben visibile), nel giorno successivo le foto saranno disponibili ad alta risoluzione (ovviamente senza alcun costo aggiuntivo).

Durante l’evento PhotoToday fotograferà tutti i runner lungo il percorso diverse volte e all’arrivo.

post-gara Continua a leggere

Terre di Siena Ultramarathon, sfida tra le colline per Colgan e Zambelli

DIstrazione

Terre di Siena Ultramarathon, sfida tra le colline per Colgan e Zambelli

Piazza del Campo è pronta ad accogliere i migliaia di partecipanti della Terre di Siena Ultramarathon, in programma questa domenica 24 febbraio. Un intero fine settimana di eventi da parte dell’organizzatore, Uisp Siena, per accogliere tutti quanti: appassionati, runner, amici e parenti in una cornice unica al mondo.

Sesta edizione (dopo la zero del 2014), un appuntamento ormai tradizionale che coinvolge tutto il territorio con tre percorsi che la rendono una gara appetibile per tutti, non solo per le emozioni e i panorami mozzafiato, ma anche per la fattibilità. Si va dai semplici 18km agli impegnativi 32km, fino agli ‘ultra’ 50km, da percorrere con agonismo certo, ma se fosse possibile anche senza fretta, riempiendosi gli occhi con quello che il panorama riesce a regalare come le colline senesi, famose in tutto il mondo e protagoniste per un giorno di un evento che come pochi altri riesce a riunire sport, cultura e territorio. Spazio anche alla ‘Passeggiata per le vie di Siena’ da 7km di libero accesso, non competitiva ludico motoria. Partenza per quest’ultima da piazza del Campo alle ore 10.00.

I CAMPIONI – Sarà presente nella 50km anche il vincitore dell’edizione 2018 David Colgan, che si impose in 3h34’14” sotto una fitta nevicata. David ha come primato personale sulla distanza dei 50km 3h26’54” fatto alla 50 di Romagna. Al via della 50km ci sarà Andrea Zambelli, vincitore dell’edizione 2018 della mitica 100km del Passatore che va da Firenze a Faenza. Andrea, classe 1970 e pedina della nazionale itaiana di ultramaratona 100km, nel maggio scorso con una splendida vittoria in 6h54’ è riuscito a interrompere l’egemonia del ‘Re’ delle ultramaratone Giorgio Calcaterra. Sulla distanza di 50km ha il miglior tempo in carriera di 3h07’30”, fatto alla 50km di Romagna nell’Aprile 2017. Nel settembre 2018 con la maglia azzurra ha disputato in Croazia il suo terzo campionato del mondo ultramarathon 100km, una giornata non delle migliori la sua, dove ha chiuso la gara in 8h08’11”. Attenzione anche a Gionata Tesi che ha un personal best di 3h39’48” fatto proprio a Terre di Siena Ultramarathon l’anno passato, quando si è piazzato sul podio in terza posizione. Al femminile candidata alla vittoria sembra essere Federica Moroni che ha 3h38’57” come miglior prestazione personale sulla distanza di 50km ed è stata nel 2018 Campionessa Italiana Fidal 2018, oltre che vincitrice a gennaio della Maratona di Crevalcore. Per Zambelli e Moroni sarà una prima volta sulle strade della Terre di Siena Ultramarathon. Al via anche Eleonora Turrini, 2^ alla UltraK di Salsomaggiore Terme 2018 in 3h59’04 e vincitrice della Ultramaratona della Pace sul Lamone 2019. Presenti ancora Elena Fabiani, azzurra della Nazionale ultramarathon 24ore e campionessa italiana 24 ore nel 2018, e Francesca Innocenti, anche lei componente della nazionale italiana 24 Ore.

50KM PRIMO UOMO

Continua a leggere

Ultramarathon, l’università di Siena testa le reazioni cardiache degli atleti

DIstrazione

Ultramarathon, l’università di Siena testa le reazioni cardiache degli atleti

Quali sono gli effetti sul cuore di sforzi intensi e prolungati come quello di una ultramaratona? A questa domanda contribuirà a rispondere lo studio dell’Università di Siena sugli atleti che parteciperanno alla Ultramarathon di 50 chilometri, da San Gimignano a Siena, il 24 febbraio. Il gruppo di ricerca di Cardiologia dello Sport dell’Ateneo, coordinato dal professor Flavio D’Ascenzi, sottoporrà i podisti che vorranno contribuire al progetto di ricerca a un controllo elettrocardiografico pre- e post- gara. I ricercatori valuteranno le alterazioni delle proprietà elettriche del cuore: i dati saranno poi letti ed elaborati in seguito in modo anonimo, per stabilire se uno sforzo così intenso e prolungato come quello delle ultramaratone può essere benefico per il cuore degli atleti, o se può portare a delle modificazioni non fisiologiche dell’attività elettrica. “Questa attività nell’ambito di Terre di Siena Ultramarathon – spiega D’Ascenzi – si inserisce nei nostri progetti di ricerca di Cardiologia dello Sport e, insieme ad altre attività di ricerca che abbiamo svolto in occasione di gare podistiche, contribuirà alla comprensione del limite di adattamento del cuore degli atleti dopo sforzi intensi. Una volta elaborati e verificati, i dati saranno resi noti attraverso una pubblicazione scientifica sull’argomento”.

slowmarathon_dicorsa_23022019-compresso Continua a leggere